Navigazione principale

© 2016 - 2018 - all rights reserved info@enricamannari.com
Privacy policy

born in MaMaStudiOs

4 aprile 2016

Pretty in mad: la rossa del web che non si arrende mai

#bramedispecchio

erika_enricamannari#bramedispecchio è la rubrica che dedico a tutte le persone che ispirano il mio percorso su questo pianeta. Che fanno da specchio alle mie aspettative, ai miei sogni, a quello che vorrei esistesse di più, a tutta la bellezza e la luce che gira silenziosa e potente. Persone che credo siano da prendere ad esempio per la piccola rivoluzione che stanno portando avanti. Di qualsiasi natura sia. W la vita. W le rivoluzioni personali.

L’ho conosciuta quando aveva ancora i capelli rosa, adesso è tornata rossa, un rosso accesso che ben descrive il temperamento di questa donna con gli occhi di gatto che usa la macchina da cucire come una spada laser. Erika Rossin, ideatrice e mente creativa di Pretty In Mad, brand artigianale di borse e accessori very cool e very handmade, è una guerriera della piccola imprenditoria artigiana, è una che ci prova a farcela e sembra (io faccio il doppio tifo per lei) che ce la stia facendo. E’ una che non si arrende e io avevo voglia di averla un po’ anche per me tutta quella sua determinazione. E allora gli ho chiesto come fa. 

Ciao Erika. Vorrei sapere chi sei. Da che pianeta vieni. Cosa sogni. Di cosa hai paura e di che segno sei.

Ciao Enri, mi chiamo Erika  e vivo felicemente in un paesino del Veneto con mio marito Federico e i nostri adorati gatti Mister Misterillo e Licia de Gigettinis. Dall’anno scorso sono artigiana a tutti gli effetti e lavoro da casa, mi capita di non mettere fuori il naso per giorni. ADORO!!! Ultimamente, forse anche grazie a questa avventura imprenditoriale, mi sono scoperta molto determinata e positiva. Se dovessi rispondere con una sola frase alla domanda “chi sei” ti direi : sono quella che non si arrende. 

Vengo dal pianeta DIVANO. Laggiù è ovviamente pieno di divani sai? E sopra ogni divano c’è una coperta e se guardi sotto a ogni coperta ci trovi un gatto che starà con te a guardare tutte le tv series che vuoi. Forever and ever. Ti ci puoi accomodare tutte le volte che rimandi le cose da fare e nessuno verrà a farti la predica. Purtroppo ho dovuto lasciare il mio pianeta per venire qui sulla Terra e riuscire a combinare qualcosa nella vita.  E’ molto dura perché spesso mentre lavoro ne ho molta nostalgia!!!

Per quanto riguarda i miei sogni al momento sono completamente focalizzati sulla mia realizzazione professionale: vorrei far fare il botto alla mia piccola impresa e farla diventare un’azienda a conduzione familiare: mio marito mi ha sempre appoggiata e incoraggiata tantissimo e tutt’ora mi dà una mano nei suoi giorni liberi (lui al momento ha un lavoro full time da dipendente), e mi piacerebbe potergli dare più spazio.  E ci stiamo lavorando 😉

Ciò che mi fa paura è anche ciò a cui ambisco: il successo professionale. E questo perché, come si conveniva qualche giorno fa con un’amica anche lei libera professionista, appena hai un minimo di risultati, in qualsiasi direzione tu ti muova rischi di dare fastidio a qualcuno. E questo, lo ammetto, mi spaventa perché non sono una persona che ama scontrarsi.

Dì la verità: il mio fascino sconvolgete non ti aveva forse già fatto intuire che sono BILANCIA?!??! No eh? Ok.

prettyinmad

Raccontami come sei diventata un’orgogliosa artigiana 2.0.

Il come è molto semplice: mi sono ritrovata senza lavoro e invece di mettermi a cercare subito un altro impiego da commessa al centro commerciale (professione che mi rendeva molto insoddisfatta negli ultimi tempi) ho deciso rimboccarmi le maniche e fare da me. Ho approfittato dei mesi di disoccupazione in cui avevo molto tempo libero per approcciarmi al commercio on line, prima con macchine fotografiche handmade a foro stenopeico e in seguito con i bijoux. 

Poco tempo dopo mi sono appassionata al cucito e ho capito che quella era la strada giusta. 

Per due anni mi sono sdoppiata: d’estate lavoravo in un magazzino dove i turni erano durissimi e il caldo soffocante… per non parlare del nero sotto alle unghie (ORRORE!!!) – ma fortunatamente l’ambiente molto bello e amichevole e la paga molto buona – ciò mi permetteva di mettere da parte soldi sufficienti per potermi occupare della crescita del mio piccolo business durante l’inverno.

Poi nel 2015 la svolta: capisco che il brand sta crescendo esponenzialmente, mi sento davvero determinata a farne il mio lavoro e decido così di fare il grande passo: apro partita IVA. 

La rete. Fare network. Quanto è importante in una attività come la tua? 

In un’attività come la mia posso ben dire che la rete, sotto certi punti di vista, è TUTTO.

Chiariamoci:  non basta avere la connessione internet e l’account sui social più in uso per emergere, perché per quello ci vuole tanta costanza, personalità, metodo e non da ultimo tanto ma tanto studio.

Però è anche vero che senza rete le piccole realtà come la mia non avrebbero modo di esistere: le mie clienti mi hanno conosciuta on line, e nella maggior parte dei casi è proprio on line che acquistano le mie creazioni.

E senza la rete oggi non saremmo qui a parlare di me.

Fare network ritengo sia essenziale, e se poi incroci le persone giuste, anche molto molto bello.

prettyinmad2

Tema scottante: gli emulatori . Purtroppo la condivisine serrata del proprio Operato porta anche a questo. Come vivi il fatto di poter essere “copiata” da grandi e piccoli brand?

Una volta raggiunta una certa visibilità essere copiati diventa inevitabile e, soprattutto se si sta facendo bene il proprio lavoro, fa parte del pacchetto. Morale della favola: prima lo si accetta e meglio è.

Per quanto riguarda il grandi brand credo sia giusto scatenare l’inferno: trovo vergognoso che aziende importanti (e ne ho viste nel corso degli anni) che possono ben permettersi di strapagare fior di designers debbano ridursi a plagiare piccole realtà.

Per quanto riguardai resto, il panorama è variegato: c’è chi si limita a copiare gli articoli un po’ da questo e un po’ da quello cavalcando le tendenze del momento, chi li copia tutti in serie da te uno dopo l’altro convinta che nessuno noterà la cosa, e chi si spinge oltre imitando addirittura il tuo stile, come per esempio il modo di comunicare con il pubblico, il modo di fare le foto e perfino le caption delle foto stesse.

Come la vivo? Ho smesso da molto tempo di occuparmene perché di NEGATIVITA’ non ne ho proprio voglia, quindi semplicemente IGNORO: non guardo, se mi capita di vedere non commento, non alludo in nessun modo nei miei status e di sicuro non faccio partire crociate sui social al mero scopo di raccogliere consensi. In pratica non NON FACCIO UN BEL NIENTE.

Primo perché penso che la pubblica gogna mediatica danneggi più chi la ingaggia che chi la subisce (chi usa i social con violenza, e perdonami se lo dico senza mezzi termini, mi schifa proprio dal punto di vista umano) e secondo perché io ho un’impresa da mandare avanti, un solo paio di mani e giornate che durano solo 24 ore: le energie cerco di investirle in maniera POSITIVA nel mio business, evitando di dare spazio a persone ed episodi che di importanza, se guardiamo al concreto, non ne hanno.

Se mi copiano significa che per qualche motivo si sono convinte che io sia decisamente migliore di loro, e questo può significare solo una cosa: che sto facendo ottimo lavoro.

prettyinmad3

Totem personali, ricette magiche, porta fortuna e riti scaramantici. So che li hai. Hai due gatti e gli occhi che brillano. Sei chiaramente una strega. 

Il mio portafortuna è un bracciale rigido d’argento di Sepi Gioielli che mi sono auto regalata l’anno scorso. Sopra ho fatto incidere “pretty in mad” tra due cuoricini, mentre nella parte interna, quella che è sempre a contatto con la mia pelle, le parole dell’incisione recitano “always dream bigger”. Non me ne separo mai.

Nelle occasioni in cui mi serve energia positiva extra indosso il tuo amuleto fatto col bottone vintage che ha la galassia dentro, lo adoro e, come ho già avuto modo di dire in diverse occasioni, FUNZIONA!!!

La ricetta magica è sicuramente quella dei mini vegan banana bread che trovate QUI.

Una cosa che mi piace molto fare, ma non credo si possa definire scaramantica, è pescare una carta  (io ho le Soul Coaching Oracle Cards di Denise Linn) se sono indecisa su qualcosa.

I tarocchi mi hanno sempre affascinata e spaventata allo stesso tempo e non ho mai avuto il coraggio di avvicinarmi a quel mondo, queste carte sono diverse, sempre positive e ispiranti e mi piace molto usarle per schiarirmi le idee o ricevere ” un segno”.

Un rito propiziatorio è quello di spruzzare le lenzuola  con essenza di lavanda. Mi dà l’illusione che riposerò meglio.. poi in realtà mio marito parla nel sonno, la Licia pretende di dormirmi addosso e Mister comincia a piangere alle 5 di mattina, se gli va. Ma io, tanto, ho spruzzato la lavanda…

Fidati che se fossi una strega non perderei cinque anni di vita tutte le volte che guido in autostrada da sola, volerei sulla mia scopa e sarei molto più felice di adesso! Che  a pensarci bene io nemmeno ce l’ho una scopa. L’aspirapolvere va bene uguale?

Come fai a essere truccata sempre così maledettamente bene?

Truccata? Ma quale trucco! Io sono una ragazza acqua e sapone! (Disse quella a cui più di una volta è stato detto “Che carina, sembri un manichino!)

www.prettyinmad.com

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Altre storie

crostatinecioccolatopeperoncino_tanzini_enricamannari-copia

Crostatine dell’amore cioccolato e peperoncino

Ed eccoci arrivati al secondo appuntamento di #chicchiealambicchi, la rubrica mensile tutta zuccheri e niente dieta, fotografata e scritta da Francesca Tanzini e disegnata dalla sottoscritta. Febbraio è il mese dei cuori, non importa se San Valentino è una festa commerciale, dove il mercato dei cioccolatini impenna al massimo le...

ritabellati_enricamannari

Rita: quella che fa, disfa e celebra l’unicità degli altri

#bramedispecchio è la rubrica che dedico a tutte le persone che ispirano il mio percorso su questo pianeta. Che fanno da specchio alle mie aspettative, ai miei sogni, a quello che vorrei esistesse di più, a tutta la bellezza e la luce che gira silenziosa e potente. Persone che...

close sidebar

Nata sul mare, ci vorrebbe anche moire

Stelle

Lontane. Lontanissime. Luminose. Portatrici sane di desideri. Utilissime per navigare. Madri di anime inquiete. Protettrici di esploratori dell'inconscio.
Amano la notte perché è buia. Però decidono di illuminarla.
La mia non l'ho mai vista. Ma so che lei ha visto me.

Qui troverai:
I sogni. Quelli avverati e quelli nel cassetto che aspettano di uscire.

Esplora