Navigazione principale

© 2016 - 2017 - all rights reserved info@enricamannari.com
Privacy policy

born in MaMaStudiOs

16 settembre 2016

Le buste personalizzate e la sorpresa delle piccole cose

Processed with Snapseed.

Ho iniziato a usare Instagram e Facebook per il mio lavoro di illustratrice solo da settembre 2015, prima di quella data la mia vita era orientata alla direzione di  progetti di comunicazione, l’illustrazione l’avevo messa da parte.

Da lo scorso settembre mi sono decisa ed eccomi qui, ho fatto il logo, il sito, ho iniziato a curare la mia immagine online e le cose piano piano (a volte neanche velocemente) hanno iniziato a prendere forma. Quando sono iniziate ad arrivare le vostre richieste di ritratti illustrati, di disegni da tatuare e di illustrazioni su commissione, sono stata felicissima e assolutamente impreparata. Non ero abituata a lavorare così, di solito avevo i clienti, le riunioni, le rotture di scatole, le mail, le scadenze. Per la prima volta invece mi trovavo di fronte a gente che con gentilezza e educazione mi ringraziava per il lavoro che facevo, mi chiedeva che io disegnassi per loro qualcosa di speciale, non mi metteva pressioni su tempi e consegne. Un sogno.

Ma io non avevo mai spedito nulla, neanche una cartolina. E allora ho capito che avrei avuto bisogno di cartelline dove inserire i disegni, di un timbro che garantisse autenticità e valore al mio lavoro, di uno stiker da regalare e di altre piccole attenzioni che rendessero speciale e accogliente il pacco.

Quando andando in cartoleria mi sono trovata di fronte a quelle buste gialle con cui avrei dovuto spedire le illustrazioni mi è venuto un po’ di sconforto. Tutto il mio lavoro e la mia passione avrebbero avuto come mezzo di trasporto una tristissima busta gialla? Naaaaa…

E allora ho iniziato a decorarle. Un po così,senza molta convinzione, pensando anche che forse era una forzatura, che se quelle buste erano brutte, brutte sarebbero rimaste, anche con il disegno.

E invece dopo la prima foto pubblicata su Instagram siete impazziti, e io con voi. C’è stata gente che ha voluto solo la busta decorata, e lí ho capito che la strada era giusta.

Oggi ogni volta che faccio un lavoro commissionato per voi aspetto con divertimento il momento da “decoratrice” di pacchi, è il gesto finale di un mini circolo d’amore che va da voi a me e da me a voi.

Questa cosa delle buste decorate è solo una piccola cosa. Un dettaglio. Che ha reso un pacco anonimo un piccolo scrigno.

Un anatroccolo in un cigno.

Grazie ancora una volta di avermi letta. 

Apresto.

Untitled-1

Altre storie

funkymamas

Justine: storia di una funky mamas diventata strafi

#bramedispecchio è la rubrica che dedico a tutte le persone che ispirano il mio percorso su questo pianeta. Che fanno da specchio alle mie aspettative, ai miei sogni, a quello che vorrei esistesse di più, a tutta la bellezza e la luce che gira silenziosa e potente. Persone che...

adesivithegiri

The Gira: un viaggio on the road illustrato da ME

Lo scorso Agosto ho fatto un viaggio. Un viaggio vero. Di quelli che ti segnano la vita. Di quelli che cambiano la traiettoria alle tue prospettive. Un viaggio on the road dal sud (Catania) al nord (Milano) dell’italia. Dieci giorni che sono sembrati dieci anni per l’intensità che mi...

close sidebar

Illustrations addicted. Sea Lover. Amulets maker.

Cuore

Batte forte. Si scalda velocemente. È impavido e ruggente. A volte si confonde perché è emotivo. Forse troppo. Ma è bello così. Rischia sempre. Non vuole stare fermo mai. È rosso ma porta dentro di sé l'arcobaleno della vita. Io lo seguo come fosse una bussola.

Qui troverai:
Emotività 100% quality selected

Esplora