Navigazione principale

© 2016 - 2017 - all rights reserved info@enricamannari.com
Privacy policy

born in MaMaStudiOs

13 ottobre 2016

The Cry Baby Club: di concorsi vinti e prime volte

Schermata 2016-10-12 a 17.52.44

E’ successo questa estate. Ero a Ibiza nel mio periodo di eremitaggio durato circa tre mesi e disegnavo come una dannata. Disegnavo ogni giorno, in ogni momento, su ogni supporto. Volevo provare a fare cose che non avevo mai fatto prima, a togliermi certi limiti stilistici e certi preconcetti visivi e così ho fatto. O almeno ci ho provato. In reltà ci sto provando ancora perchè non è semplice sradicare radici profonde.

E’ successo questa estate. Ho partecipato al mio primo concorso come illustratrice. Mai fatto prima. Troppa ansia da prestazione. Era un concorso promosso da un gruppo di creative americane che si fanno chiamare The Cry Baby Club e consisteva nel mandare un’illustrazione iconica che rappresentasse la loro filosofia. Se l’illustrazione avesse vinto sarebbe diventata un patch. Fine della storia.

Ho partecipato perchè il loro progetto mi piace molto e diverte. L’emotività celebrata come qualcosa da mostrare è un tema che mi interessa.

Alla fine ho vinto.

Credo sia stata la prima volta in vita mia che ho vinto qualcosa. Sono stata quindi molto felice.

Ora i patch sono arrivati. Sono bellissimi. Davvero, eh!

Se volete comprarne uno andate sul mio nuovissimo shop su DePop e accattatevill <3

E celebrate il vostro diritto a essere emotive, che è sacrosanto.

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

Processed with Snapseed.

Altre storie

Processed with VSCO with c1 preset

I Ritratti di famiglia

I “ritratti di famiglia” sono una delle cose che più mi piace fare di questo mio lavoro di disegnatrice. Il divertimento inizia subito, da quando mi scrivete la prima mail o il primo messaggio su Facebook o su Instargam. Mi chiedete informazioni, costi e tempi e poi si inizia...

FridaKahlo_mannarienrica

Me, il mio nuovo logo e la dichiarazione d’indipendenza

La dichiarazione d’indipendenza a cui faccio riferimento in questo post non è quella degli Stati Uniti del 4 Luglio 1776. Ma bensì la mia, che più o meno risale a un moto di consapevolezza molto forte, datato 2015. Non ho mai avuto un logo. Ne ho fatti molti nella...

close sidebar

Illustrations addicted. Sea Lover. Amulets maker.

Corona

Il rigore. La responsabilità. Il potere.
La più bella del reame. Le delusioni. Le aspettative mancate. I sogni di gloria. I treni che passano una volta sola. Sembra facile, ma è difficile. Guerra e pace. Il mio regno. Io. Me. Ego. Tutto il resto è noia.

Qui troverai:
Cuori infranti e aspettative disattese. Con il lieto fine però.

Esplora