Navigazione principale

© 2016 - 2018 - all rights reserved info@enricamannari.com
Privacy policy

born in MaMaStudiOs

7 novembre 2017

La mia prima capsule collection: All eyes on me

Ho pensato che mi sarebbe piaciuto, due volte l’anno, creare una mini collezione con una piccola filosofia visiva.  Unire moda, design, grafica, fotografia, stile e video in un unico progetto è molto stimolante e aiuta a far passare un messaggio visivo completo. Avvolgente.

Visto che sono in quella fase della vita dove se credi che ti possa piacere una cosa tenti di farla, ecco che un paio di mesi fa ormai, ho iniziato a lavorare a questo piccolo progetto nel progetto.

Ho scelto un’icona che fosse importante, di impatto e l’occhio in questi ultimi tempi è un simbolo che mi accorgo di disegnare spesso. Ho scelto due capi e un accessorio che potessero essere utili e duttili come piace a me che siano gli abiti, ed ho visualizzato un’ atmosfera che mi sarebbe piaciuto raccontare attraverso la collezione. Da questi tre passi è nata ALL EYS ON ME.

La collezione ha un tono lievemente street mescolato a qualcosa che ha a che vedere con la magia. L’ho immaginata con capi che andassero bene per ogni occasione, da indossare su tutto: jeans, abiti da sera, code da sirena, tutù e mute da sub. 😉

Il nome della capsule collection  “All eyes on me” è ispirato al titolo di una nota canzone di Tupac Shakur che ultimamnete sto riascoltando tantissimo e l’idea dell’occhio sulla schiena è qualcosa che avevo da tempo in mente. Un occhio sacro che ci protegge le spalle guardando anche dove noi non possiamo. Un occhio magico.

Il video è stato girato dalla filmmaker Erika Bastogi, che si è occupata anche dello shooting fotografico.

Per acquistare i capi della collezione All eys on me cliccate QUI

 

 

 

 

 

 

Altre storie

Processed with Snapseed.

Le buste personalizzate e la sorpresa delle piccole cose

Ho iniziato a usare Instagram e Facebook per il mio lavoro di illustratrice solo da settembre 2015, prima di quella data la mia vita era orientata alla direzione di  progetti di comunicazione, l’illustrazione l’avevo messa da parte. Da lo scorso settembre mi sono decisa ed eccomi qui, ho fatto...

enricamannari_seaheart

Un posto chiamato casa e l’anatomia dell’irrequietezza

Sono nata a Livorno. Sul mare.  Sono sempre stata abituata ad avere orizzonti sconfinati di fronte a me. Questi orizzonti molto presto si sono trasferiti dagli occhi alla mente. Così che i miei pensieri e i miei desideri volassero sempre più alto. Arrivata all’età di 18 anni Livorno non...

close sidebar

Illustrations addicted. Sea Lover. Amulets maker.

Corona

Il rigore. La responsabilità. Il potere.
La più bella del reame. Le delusioni. Le aspettative mancate. I sogni di gloria. I treni che passano una volta sola. Sembra facile, ma è difficile. Guerra e pace. Il mio regno. Io. Me. Ego. Tutto il resto è noia.

Qui troverai:
Cuori infranti e aspettative disattese. Con il lieto fine però.

Esplora