Navigazione principale

© 2016 - 2019 - all rights reserved info@enricamannari.com
Privacy policy

born in MaMaStudiOs

15 Gennaio 2016

Kidvikk e L’insostenibile leggerezza dell’essere

#combogram n1

#combogram_KidVikk_enricamannari

Questa rubrica, la prima che vi presento in questo mia nuova casa digitale, l’ho molto voluta.

L’ho pensata e ripensata. Amo Instagram. E volevo trovare un modo interessante di potervi raccontare dei talentuosi “digitalphotographers” che abitano questo social network. Volevo creare anche qualcosa insieme a loro. Insieme a le loro splendide immagini. Non mi bastava l’idea di  intervistarli. Volevo fondere un po’ di Me con ognuno dei prescelti. E allora mi sono inventata #combogram. Un lavoro a 4 mani tra foto, illustrazione e testo.

La prima primissima Igers che voglio raccontarvi in questa rubrica, l’ho scoperta per caso.

Nell’appena passato Dicembre 2015 sono stata uno dei 7 giudici del premio nazionale Instagramers Italia  2015. Ho passato in rassegna centinaia di foto. Le ho guardate tutte con molta attenzione ed ho espresso le mie preferenze. Ma su tutte, solo uno scatto mi ha fatto venire voglia di aprire il profilo dell’autore che l’aveva creato. Uno solo.

Lei si chiama Vittoria Attianese classe 1975, ma su instagram la trovate come kidvikk

Un breve scambio di messaggi su IG, un numero di cellulare e una telefonata. Questo è stato il nostro incontro fuori dal web.

In quella mezz’ora Vittoria mi ha trasmesso tutta la sua vibrante energia e mi ha raccontato un po’ di sé.

E’ di Cremona, ma il suo cuore è emiliano. Ha la famiglia lì.

Insegna grafica in un istituto tecnico della sua città. Da sempre ama l’arte. Dipinge, fotografa, edita, crea. Le sue foto sono il risultato di molti scatti che vengono composti, amalgamati, fusi insieme.

E’  mamma.

Dopo aver compiuto 40 anni sono accadute nella sua vita delle piccole magie professionali, non ultimo il suo successo su Instagram, di cui va molto fiera.

Io mi sono innamorata subito delle sue foto. Di quella magia che aleggia ariosa e senza gravità nei suoi scatti azzurri.

Di quelle strutture erranti. Solitarie e maestose.

Le ho fatto alcune domande più specifiche. Mi interessava conoscere il suo lato scaramantico e in parte la sua simbologia.

Hai un amuleto reale o ideale che ti accompagna nella tua vita?

Amuleti veri e propri non ne ho, ma ho un libro che lessi parecchi anni fa e che tengo ben custodito perché sono convinta abbia un qualche potere magico (che non posso svelare ovviamente ?… )Il libro è “l’insostenibile leggerezza dell’essere ” di Milan Kundera

Il rituale che metti in atto ogni volta che crei?

Rituale: devo avere la mia musica preferita del momento per connettere!

I tuoi 3 profili Instagram del cuore.

Profili preferiti: @rachelryle @smcmennamy ma l’unico che vado a cercare quando non ho tempo di scorrere tutta la home è @dvdprtto lui è il mio mentore! È stato il primo a notare i miei “edifici volanti” (lui li chiamò così) e a darmi l’entusiasmo per continuare!

Il cielo. Il volo. La leggerezza. Lo spazio. Sono tutti elementi sempre presenti nelle tue foto. Che simbologia hanno nel tuo lavoro?

Le atmosfere si rifanno tutte al concetto di leggerezza / pesantezza e ai contrari in generale ( qui ritorna L’insostenibile leggerezza dell’essere”). Mi piace fare tabula rasa del contesto reale perché mi interessa focalizzare l’attenzione solo su pochi elementi, spesso contrastanti, per enfatizzare l’atmosfera un po’ sognante (onirica o del sogno ad occhi aperti. Di quest’ultimo sono un’esperta).

combogram_KidVikk_enricamannari2

 

Altre storie

3lagazza

La Gazza & Me: un libro che parla di voi

Ho conosciuto La Gazza come l’avete conosciuta voi: tramite i social. C’era un post su Candy Candy scritto da lei che girava su Facebook e a me era piaciuto molto. Il like alla sua pagina è stato consequenziale. Dopo qualche mese che seguivo i suoi racconti pieni d’amore, di...

image1

Laura Masi, la donna che parlava ai gattyni

  Quarto appuntamento con #combogram, la rubrica dedicata agli instagramers del mio cuore. Questa volte ad aprirci le porte di casa instagram è Laura Masi. Non vi dico altro, ha raccontato tutto lei. <3 Mi racconti chi sei? Ciao sono Laura e mi piacciono i gattyni” è la mia frase...

close sidebar

Nata sul mare, ci vorrebbe anche morire

Newsletter

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali