Navigazione principale

© 2016 - 2020 - all rights reserved info@enricamannari.com
Privacy policy

born in MaMaStudiOs

Giò Marrazzo e la spiritualità dei gioielli

Fascia di prezzo da 35 euro a 300 euro
Su misura: si

Giovanna è un’artista incredibile e crea della bellezza senza eguali.
Qui sotto ci racconta un po’ di lei e del suo percorso. Leggete con attenzione perchè c’è da imparare.

“La mia passione è nata ancor prima che io nascessi, la mia terra mi ha fatto conoscere quella che poi si è rilevata la mia salvezza. Il mio faro

Sono nata tra il vesuvio e il mare, a Torre del Greco terra di corallo e cammei, ho frequentato il liceo artistico specializzandomi in oreficeria e sbalzo. Gli anni del liceo sono stati molto turbolenti, sono sempre stata un animo ribelle ma ho amato con tutta me stessa quella scuola.

Ho avuto la fortuna di fare la vera “gavetta” in un laboratorio orafo. Il mio maestro mi diede una sedia e mi disse osserva, poi farai. E io non smisi mai di osservare, avevo la smania di fare e la mente che pulsava di idee. Dopo un mese la mia prima saldatura, ero felicissima. Li ho imparato le tecniche di oreficeria classica.

Con i mei guadagni decisi di prendere uno spazio tutto mio e renderlo una fucina di idee.

Un mio amico mi regalò un suo vecchio banco, gli amici mi hanno sempre sostenuta, e da li ho iniziato a creare tutto quello che mi passava per la testa. Insieme ad un gruppo di amici fondammo una vera e propria associazione artistica e culturale. Organizzavamo mostre, cene spettacolo, eventi musicali e spettacoli teatrali…per me tutto ciò aveva un valore inestimabile.

Quando ormai tutto era abbastanza stabile, i miei genitori per motivi di lavoro si dovettero trasferire a Pisa.

Ho colto quest’occasione per tagliare il cordone ombelicale con la mia terra e andare alla scoperta di nuove esperienze. Con gli anni ho capito che puoi tagliare il cordone ma non le radici…quelle non le puoi sradicare.

Dopo un anno sono andata a vivere a Firenze, città che ha nutrito i miei occhi di una nuova bellezza, e ho fatto un corso di scultura su cera in una bottega orafa su Ponte vecchio e nella stessa bottega ho lavorato per qualche mese e realizzavo anche i miei lavori. Durante permanenza a Firenze, nelle mie passeggiate notturne su ponte vecchio, ho appurato che tutto ciò che stavo imparando spezzavano le catena della mia fantasia.

Per amore ho lasciato la Toscana e mi sono trasferita a Saronno in provincia di Varese.

Qui ha inizio un viaggio che mi  porterà alla Giovanna di oggi.

A Milano ho avuto modo di avvicinarmi a progetti di co-working che mi hanno dato la possibilità continuare a realizzare i miei lavori su commissione e di creare una rete di contatti che mi portato alla partecipazione del Fuori Salone del 2017 e mostre in diverse gallerie di gioielli

Nel 2018 nasce il mio bambino, Gerry. Il parto ha avuto delle complicazioni e mi sono ritrovata in un solo giorno a conoscere la paura della morte e la felicità di una nuova vita. In quel momento dove i sentimenti si fondevano l’uno con l’altro ho riscoperto una fede fortissima dentro di me, una fede intima, una fede fatta di spiritualità…tanto da sentire l’esigenza di creare un vero ex voto e di donarlo al santuario di Pompei.

Questa vicenda mi ha fatto vivere i primi mesi di mio figlio in uno stato di shock. Dopo un po’, il mio compagno ha deciso di regalarmi un banco da orafa e pian piano sono risalta a galla.

A distanza di due anni questa vicenda mi ha portato ad elaborare la mia prima collezione che si chiama Ex voto suscepto. Ogni elemento rappresenta in ordine cronologico tutte le fasi che ho vissuto dal 2018 a oggi.

Se prima realizzavo solo gioielli su commissione, mettendoci una parte di me in questa linea ci sono io

C’è Giovanna. Il bello è stato scoprire che tante altre persone si rispecchiano nei miei gioielli e questo mi fa stare bene. Mi fa stare bene il fatto che abbia trasformato un evento così forte in qualcosa di assolutamente necessario affinchè trovassi la mia strada mettendoci anche un po’ della mia amata terra che ha il culto dell’ex voto.

Date le circostanze tutti i modelli in cera sono bloccati in fonderia, però mi piace pensare che questa collezione sarà pronta quando tutto sarà passato, e si arricchirà di una nuova vittoria, di una nuova rinascita…quella di tutti.

Al momento oltre a realizzare i miei lavori in un laboratorio a Milano e un po’ a casa, collaboro con un brand francese di gioielli che ha sede a Milano

Resta vivo il sogno di avere un mio atelier dove esporre i mei lavori, di creare incontri con artisti, fare workshop…di circondarmi di arte.”

Vai a vedere il suo shop QUI

 

Altre storie

Schermata 2016-10-03 a 17.42.23

Italianism e l’importanza delle parole visionarie

I concorsi non mi sono mai piaciuti. Mi mettono ansia. Poi sono guarita. Ho fatto i conti con le mie paure e ho deciso di usarle come benzina, carburante, energia. Ho deciso di trasformarle, o almeno di provarci. Quindi da questa estate ho iniziato a prendere in considerazione l’idea...

ritabellati_enricamannari

Rita: quella che fa, disfa e celebra l’unicità degli altri

#bramedispecchio è la rubrica che dedico a tutte le persone che ispirano il mio percorso su questo pianeta. Che fanno da specchio alle mie aspettative, ai miei sogni, a quello che vorrei esistesse di più, a tutta la bellezza e la luce che gira silenziosa e potente. Persone che...

close sidebar

Vivi una vita che ti somiglia

Newsletter

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali