Navigazione principale

© 2016 - 2020 - all rights reserved info@enricamannari.com
Privacy policy

born in MaMaStudiOs

Maison Cherie. Stile libero.

Fascia di prezzo: min 85 max 650 euro
Taglie da XS a XL
SU misura: SI

Ciao Elisabetta, raccontaci chi sei e cosa fai.

Sono sempre stata una donna molto creativa e questo mi ha portato negli anni a ideare questa linea di abbigliamento ed accessori particolarmente esclusivi: Maisom Cherie.

Viaggiando negli anni ho potuto assorbire mode e culture diverse, la ricerca dei tessuti per realizzare i capi é sempre molto lunga ed attenta affinchè tutti i capi della collezione siano tenuti assieme

da un filo sottile che li lega.
Il prodotto è raffinatamente artigianale dai tratti sartoriali,indiscutibilmente realizzato in Italia, all’interno della collezione alcuni pezzi estremamente strutturati,vengono prodotti in edizione limitata.

Il risultato estetico che ne affiora ha una freschezza stilistica che si distingue per la novità del look che suggerisco.


Da dove nasce l’amore per la moda?
 
La moda ha sempre fatto parte di me, sin  da piccola desideravo realizzare abiti da indossare e da far indossare alle mie amiche,
osservando la nonna materna che era una sarta “tutto fare” come esistevano una volta e da lei ho imparato tanto.
Ho lavorato per anni nel settore moda ,indossando o vendendo capi che avrei voluto realizzare, ammirando stilisti famosi di case come Maison Margiela ,Miu Miu ,Gucci,Chanel, e poi il mio percorso mi ha portato finalmente ad avere una linea tutta mia.
 
Quali sono le tue fonti di ispirazione?

Il tessuto è la mia prima fonte di ispirazione,
Quando sono “a caccia” di materiali da inserire nella nuova collezione da realizzare, e trovo un tessuto che mi piace con la mia immaginazione lo vedo già trovare forma in un abito piuttosto che in una giacca e fino a che non lo realizzo esattamente come l’ho immaginato non sono contenta.
 
Altra fonte d’ispirazione è la storia: materia che ho sempre amato e che utilizzo per creare modelli nuovi come per esempio la giacca “barocca”,con un filo sottile che ci conduce tra il seicento e il settecento.
 
Quando hai iniziato a capire che eri sulla strada giusta?
 
Ho capito che ero sulla strada giusta quando i miei capi hanno iniziato a essere indossati da donne che lavoravano o che andavano in vacanza, nella loro quotidianità, perchè è questo che voglio continuare a fare capi solo da essere indossati, il consenso di quelle donne mi ha fatto capire che i capi piacevano molto perché “diversi” ,e chi non ama sentirsi ogni tanto diversa? Nuova o meglio rinnovata?
 
 
Quali sono i pezzi iconici della tua collezione?
 
I pezzi iconici della mia collezione sono  la giacca “barocca” ,con spicchi a taglio vivo che la arricchiscono nel corpo, ma rimane asciutta nella parte alta, facile da indossare e l’abito in tutte le sue sfacettature,lungo, arricciato,a vestaglia, perchè una donna con un abito e una giacca può andare ovunque!
 
Quale donna ti immagini indossi i tuoi abiti?
 
Tempo fa ho visto il film sulla vita di  Coco Chanel,quello che mi ha affascinato è che lei ha dato una vera svolta nella storia della moda,
ha creato forme nuove in un’epoca dove non erano mai state contemplate,
 
Io vorrei dare alla mia donna qualcosa che la faccia sentire unica, che la faccia sentire bene con se stessa quando affronta la sua quotidianità e le sue occasioni speciali. 
 
 
Stai vivendo una vita che ti somiglia?
 
Stò vivendo una vita piena di cose da fare,da progettare e realizzare,
non potrei fare altro perchè sono una donna molto dinamica ,
credo nel mio lavoro, è dove investo più risorse sia economicamente parlando sia a livello energetico,quando sono in vacanza è il riposo di un guerriero stanco ma soddisfatto, mi guardo sempre attorno perché tutto mi  insegna qualcosa e arricchisce i miei occhi, dai colori ai profumi,tutto serve per creare.
Quando sono riposata mi piace tantissimo prendere un quaderno e scrivere le idee nuove, iprogetti che mi saltano in mente come un lampo,
o poesie, lascio parlare il mio cuore perché è quello che mi conduce sempre avanti.
 
Vai sullo shop di Maison Cherie cliccando QUI
Seguili su Instagram
 
 
 

Altre storie

Processed with Snapseed.

Le buste personalizzate e la sorpresa delle piccole cose

Ho iniziato a usare Instagram e Facebook per il mio lavoro di illustratrice solo da settembre 2015, prima di quella data la mia vita era orientata alla direzione di  progetti di comunicazione, l’illustrazione l’avevo messa da parte. Da lo scorso settembre mi sono decisa ed eccomi qui, ho fatto...

nicolacarmignani_enricamannari

Nicola Carmignani: una vita tra barba, pizza, caffè e social network

Arriva puntuale come un orologio svizzero il terzo appuntamento di #combogram: la rubrica dedicata agli instagramers del mio cuore. Questa volta ho invitato a raccontarsi su questi schermi di stelle e magia la superstar barbuta di Instagram: Nicola Carmignani, il “social coso” più famoso della rete e grande consumatore...

unicorntee

Me e Maison39: fiori, unicorni e t-shirt

Ho conosciuto Sara tanti anni fa. Era estate. Ero a Firenze e c’era Pitti ( che per chi non lo sapesse è una delle fiere di moda più importati della nostra nazione) ero lì per lavoro. Faceva davvero caldo. Un caldo che solo città come Firenze sanno regalare: umido,...

close sidebar

Vivi una vita che ti somiglia

Newsletter

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali